Home arrow Statuto  
 
Cookie

Questo sito o gli strumenti
terzi da questo utilizzati
si avvalgono di cookie
necessari al funzionamento
ed utili alle finalità illustrate
nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o
negare il consenso a tutti
o ad alcuni cookie, consulta
l'Informativa Estesa .

Scorrendo questa pagina,
cliccando su un link
o proseguendo la navigazione
in altra maniera,
acconsenti all’uso dei cookie.

Menu principale
Home
Statuto
Organi Sociali
Notizie
Dal 18 settembre 2003 al 18 settembre 2015
Festival del Folklore in Aspromonte
Dicono di noi
Concorso fotografico
Link
Contattaci
Cerca
Eventi
Newsletter
Gallery
Forum
Cookie Policy
Ultime notizie
Conferenza Donazione di organi
 
 
     
 
Statuto
Scritto da Administrator   
mercoledì 20 giugno 2007
Indice articolo
Statuto
Pagina 2
Pagina 3
                    Allegato "A" all'atto n. 7838 di raccolta.
    

                        S T A T U T O     
                                  Associazione   
                            "18 Settembre 2003"     
                    con sede in Santo Stefano in Aspromonte



Articolo 1. - DENOMINAZIONE E SEDE     

E' costituita l'Associazione culturale "18 Settembre 2003". Essa ha sede in Santo Stefano in Aspromonte e può costituire sedi secondarie, con deliberazione assunta in Assemblea a maggioranza dei soci ordinari, previo parere vincolante del Consiglio dei Soci fondatori.

Articolo 2. - FINALITA' E SCOPI     

L'Associazione è indipendente da ogni movimento politico e confessionale, si ispira, condivide e mette in pratica i valori contenuti nella Costituzione della Repubblica Italiana e nella Dichiarazione dei diritti dell'uomo e del fanciullo.
Essa, che non persegue scopi di lucro, si propone:
- di svolgere attività, dirette alla generalità dei cittadini, di promozione sociale, educativa e culturale, di formazione e informazione, di tutela e rispetto della dignità della persona umana, con lo scopo di intraprendere percorsi di cambiamento di natura sociale, culturale, ambientale e spirituale;
- di favorire la crescita culturale, sociale ed economica dei cittadini e in particolare dei ragazzi e dei giovani;
- di favorire i processi di modernizzazione della vita della comunità, ancorandoli ai valori della partecipazione, della partecipazione, della legalità, della responsabilità, dell'accoglienza, della solidarietà e della democrazia;
- di aiutare, per queste vie, la formazione di una "Comunità stefanita" moderna e solidale;     
- di operare il collegamento con gli "stefaniti in Italia e nel mondo".

Articolo 3. - TIPOLOGIA DEGLI INTERVENTI     

Per la realizzazione delle finalità di cui all'art. 2 del presente statuto, l'Associazione promuove la conoscenza e la diffusione dei valori culturali a carattere storico, umanistico, letterario, scientifico, etnico, artistico, musicale, religioso e sportivo, mediante l'organizzazione di attività specifiche, di manifestazioni, conferenze, seminari, convegni, congressi, premi, mostre, anche nel campo delle arti visive e divulgative, eventi culturali e sociali.
L'Associazione opera sulla base dei programmi annuali e pluriennali deliberati dai suoi organi e stabilisce relazioni sistematiche di collaborazione e negoziali con Enti pubblici e privati, con Associazioni culturali e sociali, al fine di realizzare le sinergie utili e necessarie per conseguire le sue finalità.

Articolo 4. - S O C I

Possono essere Soci ordinari i cittadini nati nel Comune di Santo Stefano in Aspromonte, ovunque residenti, i cittadini residenti nello stesso Comune ovunque nati, i cittadini facenti parte di un nucleo familiare nel quale sia presente una persona nata o residente a Santo Stefano in Aspromonte, i figli di nati a Santo Stefano in Aspromonte. Eventuali deroghe  possono essere concesse dal Consiglio Direttivo dell'Associazione, sentito il parere del Consiglio dei Soci fondatori, sulla base di apposito Regolamento, predisposto e approvato dallo stesso Consiglio dei Soci fondatori.

Per diventare soci ordinari è necessario produrre domanda al Presidente dell'Associazione, vistata da due soci ordinari. Il Consiglio Direttivo si pronuncia sulle domande in via definitiva e la qualità di socio si acquista dopo il versamento della quota sociale.

Sono Soci aggregati i familiari dei soci ordinari; essi partecipano alla vita sociale ma non hanno diritto di voto.

Possono essere Soci fondatori i cittadini italiani in possesso dei diritti di cittadinanza, appartenenti a famiglie di origine "stefanita". Essi formano il Consiglio dei Soci fondatori e sono individuati dal Comitato Promotore dell'Associazione. Essi durano in carica fino alla scadenza dell'Associazione. Il Consiglio dei Soci fondatori, entro sei mesi dalla sua costituzione, emana un Regolamento interno che regola la sua vita e il suo divenire, nel rispetto delle normecontenute nel presente Statuto.

I soci fondatori partecipano all'Assemblea con diritto di parola e di voto, ma non votano per la elezione del Consiglio Direttivo, del Collegio dei Revisori dei Conti e del Comitato dei Garanti. Essi nominano nel loro seno il Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti, il Presidente e un componente del Comitato dei Garanti.

Possono essere Soci onorari dell'Associazione:
- personalità del mondo della cultura e del sapere;
- cittadini di origine "stefanita", che si sono distinti nei particolari meriti acquisiti in campo regionale nazionale.
Essi sono designati dal Consiglio dei Soci fondatori, partecipano alla vita sociale, ma non godono dell'elettorato attivo e passivo, né votano in Assemblea.

Articolo 5. - DIRITTI E DOVERI DEI SOCI     

E' dovere primario dei soci rispettare lo Statuto, partecipare alla vita dell'Associazione per il raggiungimento degli scopi e il perseguimento delle finalità sociali, versare la quota sociale, adottare, sia nelle relazioni interne che in quelle esterne, un comportamento consono alla natura dell'Associazione.
La qualità di socio si può perdere quando si riscontri da parte del Consiglio Direttivo, dopo contestazione, il venir meno anche ad uno solo dei doveri indicati. Contro il provvedimento di esclusione il Socio può appellarsi al Comitato dei Garanti. Apposito Regolamento elaborato dal Comitato dei Garanti ed approvato dal Consiglio dei Soci Fondatori, stabilirà i casi concreti in cui saranno previsti provvedimenti disciplinari e le modalità e i termini per la loro adozione.
E' diritto dei soci partecipare ai lavori dell'Assemblea, intervenire nelle discussioni, esprimere, anche col voto, la propria volontà, esercitare l'elettorato attivo e passivo, concorre alla formazione delle decisioni nelle forme e con le modalità fissate nello Statuto, salve le limitazioni previste per le diverse categorie di soci.

Articolo 6. - QUOTA SOCIALE     

La quota sociale è fissata, per i soci fondatori, in euro duecentocinquanta (Eu. 250,00.=) "una tantum", per i soci ordinari, nella misura annualmente fissata dal Consiglio Direttivo, per i giovani fino al venticinquesimo anno di età, se disoccupati, la quota sociale è di euro cinque (Eu. 5,00.=) all'anno.


 
 
 
Campagna adesioni 2019
Per chi non lo avesse ancora fatto, ricordo che fino al 31 agosto 2019 è possibile rinnovare il tesseramento all’Associazione; le adesioni di nuovi soci, invece, saranno possibili in qualsiasi momento dell’anno.

Il pagamento della quota sociale (€ 30,00 – ridotta ad € 5 per i giovani e disoccupati fino al 26° anno di età) da parte dei soci ordinari potrà avvenire:

con versamento in contanti, previo rilascio di ricevuta, nelle mani del Tesoriere Pepé Musolino (tel. 338.8874281);
mediante versamento dell’importo sul c/c postale 82914805;
tramite bonifico bancario con versamento dell’importo sul c/c Bancoposta (intestato all’Associazione) identificato dal codice IBAN: IT54 H076 0116 3000 0008 2914 805.
AVVISO IMPORTANTE

1. La rassegna si articolerà su tre giorni; le Scuole partecipanti - Scuole primarie e secondarie di primo grado - si esibiranno nei primi due giorni (20 e 21 maggio). Concluderanno il Festival, il terzo giorno, Gruppi Folk organizzati di Calabria e Sicilia;
2. I gruppi partecipanti al Festival potranno usare strumenti musicali propri o avvalersi di un gruppo musicale esterno; i Gruppi scolastici faranno presente all’atto della iscrizione eventuali specifiche esigenze di amplificazione;
3. Ogni Scuola avrà a disposizione per esibirsi non più di 20 minuti, compresa la presentazione del Gruppo, che sarà fatta dall’insegnante di riferimento (cenni di carattere storico sul Comune di provenienza e sulle tradizioni da cui originano le danze o i canti che verranno eseguiti);
4. La manifestazione non ha finalità di concorso, ma carattere ricreativo – culturale. Come per gli scorsi anni, verrà richiesto il patrocinio della Regione Calabria - Assessorato Regionale alla Cultura e della Direzione Scolastica Regionale della Calabria;
5. Il palco e gli impianti di amplificazione saranno allestiti dall’organizzazione, che assicurerà quanto necessario anche dal punto di vista logistico;
6. Le scuole che arrivano e partono nella stessa giornata avranno come riferimento logistico per il 20 maggio il plesso scolastico dell’Istituto Comprensivo di S. Stefano in Aspromonte, e per il 21 maggio quello della Scuola Materna nel Villaggio Mannoli;
7. Le scuole che arrivano giorno 20 maggio e partono sabato 21 maggio, pernotteranno la sera del 20 nel Villaggio Gambarie di S. Stefano in Aspromonte, sede dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte. Agli alunni e loro accompagnatori scolastici, previa corresponsione della quota di partecipazione di € 12 pro-capite, sarà praticato il seguente trattamento: pensione completa dalla cena del 20/05 al pranzo del 21/05 con sistemazione in albergo 3 stelle, in camere doppie o triple per gli alunni, in camere singole o doppie per i docenti accompagnatori; l’Amministrazione Comunale di S. Stefano in Aspromonte, offrirà una escursione in seggiovia a Monte Scirocco o, in alternativa, una escursione, con guida, nei Boschi di Gambarie (mattina di sabato 21);
8. I Gruppi scolastici che pernottano la sera del 20 maggio, potranno, inoltre, beneficiare di una speciale convenzione stipulata, per l’occasione, dall’Organizzazione con gli Alberghi dove essi saranno ospitati. Questi praticheranno ai genitori dei ragazzi, od a loro congiunti, il prezzo promozionale di € 35,00 pro-capite per la pensione completa (cena del 20/05 – pernottamento – colazione e pranzo del 21/05).
9. Ai partecipanti sarà offerto un ricordo e verrà rilasciato un “Attestato di partecipazione”.
in formato pdf - qui di seguito linkato:
REGOLAMENTO 6° Festival Folklore
UMBERTO ZANOTTI BIANCO
“Mezzanotte suonava da un lontano campanile di Santo Stefano
Quando abbandonai la nostra Colonia di Mannoli, immersa nel sonno….
Varcato il pianoro di Gambarie fummo ai piedi di Montalto.
Era ancora buio,
quando raggiungemmo la cima più alta dell’Aspromonte…
E d’un tratto l’aurora sfiorò con le sue dita
le cime di un’alta montagna,
e la vetta nevosa dell’Etna emerse…ammantata di viola…
dal mare lentamente emergeva tutta intera la punta del piede d’Italia,
la Sicilia che di lassù sembrava unita al continente
e sparse in quell’infinito, petali disseminati dal vento, le Eolie”
Notizie Flash
 
BILANCIO DI PREVISIONE
PER L’ANNO 2009
PROGRAMMA SOCIALE
ANNO 2009
 
Immagini aspromontane
Chi e' online
Sondaggi
Vi piace il Programma Sociale 2009
 
Siti amici
 
Hotel Centrale Gambarie